SOLUZIONE: FINALE (LIGURE)

accompagnare una sessantina di studenti di tutta la scuola (delegazione di scientifici classici geometri eriche servizi sociali)  ai Global Games, la seconda manifestazione in ordine di importanza dopo i Giochi Parolimpici, per gli atleti disabili intellettivo relazionali. Ascoltare uno dei coach spiegare il disagio dei molti ragazzi che vivono in istituto in questi termini perché lo capiscano:

  1. non hanno un papà che li porta a Gardaland
  2. non hanno il telefonino di ultima generazione

Mumble Mumble. Riflettere. La paura di essere più crudi? Sapere che si entra nel ginepraio della normalità? Perché poi è costretto ad aggiungere “famiglie con bassa cultura, con qualche problema di alcoolismo”. Mumble Mumble

Continuare ad ascoltare i parametri di disabilità. I ragazzi dei global games, dice il coach

  1. sono ragazzi che vanno in bagno, tornano e alla domanda “ti sei lavato?” rispondono che si sono messi il gel sui capelli
  2. sono ragazzi che se li mandi a comprare cose elettroniche, mp3, tornano senza controllare se si sono fatti dare il resto
  3. sono ragazzi che prendono il bus e non sanno dove andare

Al che ecco il faccino dei miei ex alunni ora di quinta, avuti al biennio che mi puntano, sorridono con quel sorriso che conosco e che dice “prof non lo dica non lo dica, la prego”. Li guardo e dico, “beh”…Lo sguardo di Mettiuv, CittàdellaSvizzera e Andrea “con la a maschio invece Catilina prof è una femmina si capisce finisce con la a” sale al cielo mimico come a dire “l’ha detto, lo dice”. Ecco l’ho detto.

Non voglio che la riflessione porti da nessuna parte. Vedere ragazzi down e ragazzi con disabilità psichiche che si leggevano chiare nell’impaccio di movimenti impacciati, vederli fare sport a quei livelli, vincere, impegnarsi e capire quanto l’educazione fisica sia fatta male nelle scuole mi ripaga di

  1. non aver dormito causa adolescenti rotolanti abbracciati a portambrelli nei corridoi alle tre antimeridiane
  2. aver lasciato il costume a casa, essermi pucciata solo fino alle ginocchia e aver assistito con invidia al bagno degli altri nel mare limpidissimo di Finale. 30 gradi di un’estate ancora tra noi.
  3. Aver sentito una sfilza di “dove siamo quando andiamo ho sete ho fame cosa ci facciamo qui, possiamo andare là”
  4. Essermi crogiolata in nostalgie liguri che è proprio bella sta regione e mi ha visto essere bella molte volte, tempi fa e non fa.

P.s. per chi ne volesse sapere: http://www.globalgames2011.it/ (noi si era a fare il tifo al rowing anche per campanilismo)

Annunci

4 pensieri su “SOLUZIONE: FINALE (LIGURE)

Parliamone...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...