MUTATIS MUTANDIS

dopo averle radunate daterra daipiolidelcalorifero dalpomodelletto, dopo averle lavate, le chiare coi bianchi, le scure coi neri, stirate con tanto di acqua alla lavanda, piegate, infilate in uno zainetto, dopo averle recapitate all’ultimo indirizzo conosciuto. Punto. Maniacale cura della restituzione di simboli. Che non sappia di altro che di normalità, ecco che…dal cesto della biancheria ne salta fuori una, solitaria, né chiara, né scura.                           Fuori tempo Massimo.                                                                                                          La malefica dispettosa manda gamballaria tutta la procedura simbolica. Come la vita una mutanda è.

barzelletta becerina: Lui entra con molta cautela  nel letto e sussurra soave e appassionato all’orecchio di lei….- Sono senza mutande…

E lei gli risponde: Domani te ne lavo un paio.

Annunci

20 pensieri su “MUTATIS MUTANDIS

  1. dov’è che devo scrivere che mi piace la musica che stai ascoltando in questo momento, eh? e poi sono molto gelosa di non essere tra gli amici.. ah già ma non ho un blog… 😛

          1. non mi sembro da blog.. flickr è già pure troppo.. per ora.. (terminato tra romatermini e reggio e tra reggio e romatermini norwegian wood..)

  2. non sono sicura di cogliere tutto, ma ciò che colgo sa di lento adjusting, non sempre lieve. e mi ricorda che la terza via (quando serve) può arrivare solo dopo l’anno dell'”anche no!”

    1. tu cogliere qualcosa più di tutto, ‘povna. lo sento. sono di quell’ anno in ritardo di un anno. anche se corro, gnapossofà.

    1. sono la maestra del calzino spaiato. anche io stessa sono un calzino spaiato, del resto. benevenuto qui Cappuccino kid

  3. io la mutanda la terrei. come paralume per paraculi. e scusa. non sono al Massimo.
    ps or mi spiego il perchè io mi affanni a lavar …
    pps: non si possono restituire iphone. si chiede assistanceonline a me.

    1. all’Iphone se gli si faceva una tesserina skymiles con tutti quei prendilo scaglialo tientelo…a quest’ora c’aveva più miglia di me.

Parliamone...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...