Benedetti toscani…

Sabato scorso è morto don Enzo Mazzi. Me lo ha detto la radio domenica mattina; appena l’ho sentito ho telefonato a mia madre che spesso durante la mia infanzia mi ha parlato di questo prete. Non siamo una famiglia religiosa praticante; questo va detto, è importante in questo post. Ma Il sacerdote ribelle che faceva messa all’aperto, in piazza davanti alla chiesa nel quartiere dell’Isolotto (dove sono nata) a casa mia occupa il suo spazio tra i ricordi di famiglia (secondo solo a quello della sparatoria in via Nazione con mio padre uscito per caso a comprarmi la biciclettina). Don Mazzi è il sacerdote che mi ha battezzato ma “dentro la chiesa perchè fuori sennò non valeva” (cit.mammà). Lungi da me far polemiche, la sua è forse una morte, come dire, poco televisiva, più legata alla sola città di Firenze ma un po’ di Storia d’Italia, del nostro cattolicesimo più militante, più vicino al cuore della gente (anche quella come noi, poco praticante) Don Enzo Mazzi l’ha fatta. Volevo ricordarlo qui e/o farvelo conoscere.

p.s. battezzata da un ribelle, cosa vuoi che ne uscisse (sempre cit. sempre quella di prima)

Annunci

7 pensieri su “Benedetti toscani…

  1. questo documento conferma che tra i peggiori nemici del cristianesimo cattolico vi è la gerarchia cattolica stessa—

    per fortuna esistono ancora figure di parroci che non hanno a cuore la “carriera” (perchè anche lì funziona così…) quanto la comunità che sentono di dovere servire—

    bello—

Parliamone...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...