Esame, esame mucho

Cominciata la kermesse, ufficialmente, tra tesine su vasco e un vecchioni d’annata ascoltato (e cantato piano piano da una sottocommissione) su youtube in attesa che il funzionalissimo nuovo servizio web ministeriale funzionalizzasse.

I miei Indeponenti senza Montale li vedo col pensiero tutti chini sui giovani e la crisi, chissà. Sarà stato il loro un montale di rabbia. Mi spiace.

Però ora ditemi come si può chiedere com’era aver avuto vent’anni a chi ne ha appunto diciannove. Non amo le tracce giovanilistiche, non amo lasciare troppe tracce.

Croniche semiserie per oggi è tutto.

 

 

 

Annunci

28 pensieri su “Esame, esame mucho

  1. Sono la prima a sostenere che i giudizi relativi spesso non hanno senso. Però prima di parlar male di queste tracce ricordiamoci che veniamo da due anni di tracce-sms, amichevolmente dette: “Compro una vocale” (vogliamo, per davvero, riparlare di: “Enrico Fermi, fisico” o di “Siamo quel che mangiamo?”).
    A parte tutto, a me sono piaciute. Le due di letteratura erano raffinate, ma licealmente fattibili (Corto Maltese è stato a baloccarsi un po’ col labirinto, prima di passare alla sua personalissima interpretazione dei giovani e la crisi). E le altre erano un giusto mix di fattibilità più o meno alta, incluso il tema di storia.
    Insomma, secondo me niente male!

    1. non mi fraintendere, sono “piaciute” mediamente anche a me. Mi spiace per Montale in prosa, apprezzabile ma non del tutto fattibile: la commissaria di italiano teme che i ragazzi possano buttarsi a parlarne come fosse il poeta, senza tenere conto della specificità della traccia (mi pare una scelta simile al Levi di qualche anno fa). Sulla tipologia A avrei preferito una traccia pura, creo tu capisca cosa intendi. Ottimi storico (C) e storico-politico (B) e un hurrà per il B di ambito scientifico (non foss’altro che ne ho creato uno io per i Latintristi identico identico partendo da Jonas, appunto), forse solo un po’ “déjà vu”. Quel D, quel D proprio non lo capisco. Sarà perché la traccia D io la eliminerei del tutto come tipologia. Boh

      1. Levi due anni fa tirò su la media di un sacco di gente, in realtà…E secondo me (pensa solo a Montale commenta Montale) in realtà è una traccia intelligente, che fa carta straccia della distinzione poeta/non poeta (che come sai bene per Montale esiste ben poco – e allora che diciamo di Satura,I e II, per esempio?). Lo storico era banalotto, ma appunto almeno fattibile, per una volta. Il B l’ho trovato splendido e raffinato, il tema di letteratura e spazio è spurio e comparato per definizione, certo, forse inadatto per una scuola che è ancora biografico-storicista, ma chissà mai che qualche indicazione su come affrontare la letteratura giunga anche dai temi di maturità. I giovani e la crisi si poteva fare in tanti modi (però era prevedibile, e infatti l’avevo previsto). Quello scientifico-tecnologico era un po’ un deja-vu (pure dall’anno scorso, in realtà), ma più intelligente. La tipologia D è l’ancora di salvezza con cui arrivano anche ai voti alti coloro che fanno i tecnici e sanno scrivere ordinato. Esiste perché la maggioranza delle scuole italiane non sono licei, credo!

        1. sì hai ragione, ogni tanto cado in qualche abitudinario classismo. già in questi giorni respirando altra aria mi rendo conto che l’aria ci vuole, e cambia le prospettive. In soldoni io ho apprezzato quel Montale ma lo temo e allora dico tanto vale che quello A sia di studio studio così potremmo volare più alti con le tracce storiche, per esempio (esulare dal nazismo ogni tanto? o già chiederlo è sbagliato?). Per quello scientifico sì, è un po’ trito però i miei colleghi quando chiedi loro di prepararlo ti mettono lì la traccettina sull’effetto serra che pare la scuola media (senza nulla togliere), va detto pure questo. In fin della fiera: il più bello ovviamente il B del labirinto, geniale e difficile. Il D (non mollo) è adatto a un quarantenne nostalgico, cioé a me

          1. In realtà non era per nulla adatto a un quarantenne nostalgico (non mollo neanche io!): era l’altra faccia del B sui giovani, se ci pensi, e veicolava l’idea che i 20 anni *non* possono essere l’età più bella della vita…
            E se appena appena qualcuno glielo contestualizzava due minuti (ma anche senza, avendoci lavorato in classe) si poteva fare un bel confronto con Calvino e L’entrata in guerra e/o Oltre il ponte, per contrasto, etc etc.
            Però lasciava la possibilità a chi non aveva altre idee di darlo sia per analogia (è vero, sono esistenziale e questa età non è la più bella – sì lo so che tecnicamente non ne hanno 20, ma, a parte che i nostri spesso ce li hanno, eccome, “vent’anni” è termine analogico per giovinezza etc, in senso appunto calviniano). Oppure per contrasto: che cavolo dici, è l’età più bella. Secondo me non male.

    1. nessun problema coi codici criptati che alle 8.40 erano in mio possesso. è stato il dopo, per i verbali. due ore e mezzo senza poter accedere al server. tilt! però sui siti eh, gran festa e celebrazione

  2. @’povna ancora:
    allora mi confesso ( e poi mollo). Volevo stare seduta lì forse e metterci dentro Guccini, De Gregori e Vecchioni. ché a 20 anni si è stupidi davvero e vent’anni sembran pochi poi ti giri a guardarli e non li trovi più e Milano mia ridammi indietro i miei vent’anni. Mi è partito il loop. Seriamente: manca un pezzo comunque per contestualizzare quell’imperfetto. Molti ragioneranno con banale astrattezza. E ancora: mi rendo conto quanto poco li ho preparati ad avere vent’anni. Con Calvino hai ragione, tanta. Ma la traccia contiene un subdolo “giovanilismo”

      1. molliamo contente (almeno spero). Non come quello con la vespa o con mussolini di qualche anno fa. No, non così, questo è vero. Mi spiace sai, non correggerne. Mi “costringe” un po’ questo ruolo da compilatrice di scartoffie e di poca vicinanza al lavoro di correzione: mi manca. Ne sbircio qualcuno e poi ti dico come vira la mia opinione su sto D. Grazie eh 🙂

  3. Hai ragione…io invece mi sono chiesto,ma se invece dei brani di steve job o invece di parlare di crisi….perchè non hanno fatto leggere i decreti sulle riforme della lavoro dell’istruzione e sul sistema politico Italiano di oggi??? Bella domanda…bisognerebbe farlo fare al ministro dell’struzione questo tema… Condivido…

    1. è tutto molto complesso, a volte. Direi che certi temi i ministri proprio non li vogliono affrontare eh, o se lo fanno, le mie griglie di valutazione la sufficienza non la prevedono. Grazie per la condivisione, sempre

      1. Beh. Corto, che ha scelto questa traccia, ha fatto per l’appunto un tema che, di titolo, faceva: Giovani e futuro: la crisi è del sistema educativo.

  4. Io ho fatto una scuola tecnica finita nel lontano 1981. forse per questo, perchè non sono stata liceale, avrei fatto d’impeto il tema D e forse avrei preso anche un voto alto perchè una volta scrivevo in modo ritenuto corretto e abbastanza interessante. No devo essere sincera l’avrei scelto perchè mi avrebbe appassionato a diciannove anni parlare dell’età che stavo vivendo (diciannove, venti… non è un anno che cambia) così come ho commentato allora una frase che portava a riflessioni intimistiche e anche allora la valutazione è stata molto buona. Non avrei mai e poi mai potuto fare il tema dei giovani e la crisi che secondo me può portare solo a luoghi comuni.
    Però la mia non è una visione da insegnante. Diciamo che la mia è una valutazione da ex ex ex ex ex allieva
    Ma in generale a me non sono affatto dispiaciuti questi temi.

    1. ti confesso che a mente fredda la traccia D ha finito per parlarmi. Chissà se io l’avrei fatta allora, forse sì, egocentrica com’ero. Ogni parere è benvenutissimo qua, a maggior ragione se non è parere di insegnante; adoro il confronto e il ricircolo. un saluto e grazie 🙂

Parliamone...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...