Sabato, domenica e lunedì

Sabato c’è la poesia, Sereni, la Pozzi, la grandissima Menicanti, la linea lombarda, per dirla come si dice. E di sera un teatro, sostenibile, leggero, dell’essere.

Domenica c’è l’amicizia, che ti provi i miei trucchi, i trucchi dell’amica sono sempre meno verdi, del resto lo meriti, due ore con me a girare la città per trovare il giusto fard. L’amicizia del risotto, della neve che scende sui vestiti a 39 ma prima costava 93, gli sconti palindromi, i nostri, l’amicizia dell’a votare c’è tempo, domani. I lupini preelettorali, roba da naufragi della Provvidenza.

Lunedì c’è la domanda, mammaseiandataavotare, babboseiandatoavotare, sì, io no, ci vado alle due. C’è Ponci che escluso dalla domanda mi guarda dal seggiolone e impettito risponde “gììa io tono andato a votare eh”. Bravissimo Ponci, e mi dice “ora posso metterlo il tuo burrocatarro?”.

E così, momenti di essere. Mi godo la sequenza prima che lo spoglio mi spogli del sincero sentire che questa (mia) regione, neve o non neve, cambi colore

foto3foto2fot4ofoto1

Annunci

17 pensieri su “Sabato, domenica e lunedì

  1. Il censimento temo mi lascerà basita e stupefatta dal gran numero di persone che la neve non è riuscita a trattenere dal far danno. Sempre troppi anche se spero non abbastanza… Buon lunedì di passione…

  2. Sereni, puLtroppo, non riesco a farmelo piacere. al contrario di Antonia Pozzi, di cui condivido l’infanzia in Valsassina. La Menicanti mi manca.

    1. Se possibile preferire in questi contesti, preferisco la Menicanti, ora, dopo aver amato la Pozzi. Con Sereni,lo puoi immaginare, condivido alcuni sguardi lacustri, lo sto riscoprendo, da poco, e sulle ultime due raccolte. Vediamo come vado. Quando ho la librite, leggo poesia; non solo le odi barbare, eh 😉

  3. Anche a me la pozzi piaceva. Moana. però…
    Scusate, ma con questi risultati, e Silvio forever, non ho più ne parole nè pensieri…

    Anonimo SQ

  4. Proprio come in “Sabato, Domenica e Lunedì”… tiriamo a campare, con l’amaro in bocca… ma forse è così che deve andare e non ci “resta che piangere”…

Parliamone...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...