Literature and…

Alla colazione del giorno dopo già guardavo i volti delle persone e mi sembravano familiari.
Alla cena del terzo giorno ho capito che in quel posto ci ero già stata e come e quando non era nemmeno facile raccontarlo.
Alla prima conferenza del mattino ho pensato di aver ragione a pensare fin dall’iscrizione che non sarei stata all’altezza.
Alla terza battuta sulla mia dematerializzazione dalle persone e dalle cose mi sono chiesta quando è accaduto di diventare solitaria e antipatica.
Ai sorrisi dell’ultima sera ho avuto un paio di risposte decenti a quasi buona parte delle domande inutili che mi faccio.
All’inizio dello scambio con i tutor del seminario la mia formazione culturale ha subito un bellissimo choc quasi anafilattico.
Al termine del colloquio a due con il professore ho saputo che mi si legge chiaro nello sguardo che non sono una persona frustrata e che amo il mio lavoro.

Tra le pause di tutto questo ho un po’ pianto, di nascosto, e di emozione.

Neverland è molto molto infinitamente molto più di quello che ho sentito io, è un’esperienza che a raccontarla non le si può rendere ragione. Anche a dire “letteratura, teatro e cinema”, che son parole di cui ormai si fregia pure la sagra della salsiccia.
Neverland, è un dono e ora che ci penso non fu del tutto casuale incontrarla mentre tornava dal particolare jetlag di quando scendi da Neverland.
Lascio che raccòntino lei e lei, due amiche che ci hanno scommesso, invitato, accompagnato, diviso e condiviso, con la mia Neverland di settembre.
E ora, basta parole, si lavora.

Annunci

10 pensieri su “Literature and…

  1. Ho partecipato a diversi congressi (e convegni e scuole estive) da cui si esce rigenerati, rimessi a nuovo, con tanta voglia di fare (e di imparare e di sperimentare). E con un’energia insospettata prima. Dev’essere stata una cosa così, la vostra ‘Neverland’?

    1. Aggiungici, cara Pens, che, durante neverland, mi hanno finalmente mostrato fino a che punto di ribellione posso arrivare nello scardinare certi preconcetti e “pacchettini” su ciò che più amo veder fare: letteratura. E capirai come mi sento. 😀

      1. E tu un po’ ribelle dentro lo sei da sempre, o no? 😉 Siete commoventi, tutt’e due, nel vostro entusiasmo. Quasi quasi, mi fate venire voglia di dedicarmi a ‘quella’ letteratura … 😉

        1. Pens, scusami se mi permetto, ma, davvero, qui la letteratura o ‘quella’ letteratura poco c’entra. Io capisco che non si possa capire perché, molto banalmente, se non si è stati a Neverland Neverland non si può capire. Ma qui non si tratta di entusiasmo, e nemmeno di commozione: si tratta di un’esperienza davvero unica che, proprio perché unica, è peculiare e situazionale, non legato solo a una situazione culturale e/o tematica e/o letteraria e/o…
          Potevano davvero i bambini Darling esprimere Neverland se no tramite una dinamica di identificazione e make-believe? No, non potevano. L’unico modo per far conoscere Neverland è farla esperire ad altri bambini. La stessa cosa vale per qui.

  2. However, the whole affair needs not to be forgotten… 😉 welcome to the club, darling!

    @Pens: è qualcosa di simile, ma anche no. È molto altro di più, di diverso, di proteiforme, di indefinibile, di idiosincratico, di… Per questo è davvero indescrivibile, davvero. Neverland è un luogo, un’idea, un’utopia condivisa e realizzata prima di qualsiasi altra cosa. È Neverland, e niente più.

  3. Sono sincera, non ne avevo mai sentito parlare ma dai commenti sugli altri blog (eh sì a questo punto mi son documentata!) vedo che non sono sola. Mi sembra una di quelle oasi felici in cui persone che per un anno intero si sentono fuori posto riescono a sentirsi dove vorrebbero essere e a parlare la stessa lingua… Un’occasione preziosa per sentire che non spegnere il cervello non è una colpa 😉

Parliamone...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...